Avviso pubblico "Educare insieme"

30 dicembre 2020

Aggiornamenti

Didascalia
Data

Oggetto

6/ 04/ 2021

Pubblicato l'elenco dei progetti valutati al 25 marzo 2021

23/03/2021

Si informa che tra il 9 e il 10 marzo u.s. l'alto numero di trasmissioni dei messaggi ai fini della partecipazione dell'Avviso pubblico "Educare insieme" ha comportato la parziale o mancata accettazione, da parte della casella di posta elettronica certificata dedicata educareinsieme@pec.governo.it, di talune istanze.

A tale proposito, esclusivamente coloro che non siano riusciti a presentare la domanda di partecipazione all'Avviso nel periodo indicato o che, in ogni caso, non abbiano ricevuto messaggio di conferma di consegna della propria domanda di partecipazione, sono invitati a voler inoltrare al medesimo indirizzo PEC educareinsieme@pec.governo.it il messaggio di posta elettronica certificata originariamente inviato, completo di allegati, e di accludere obbligatoriamente, al fine di consentire una opportuna verifica da parte dell'Amministrazione, copia del messaggio ricevuto di mancata accettazione e consegna dell'invio originario.

Si prega, altresì, di voler indicare nell'oggetto del messaggio la dicitura "Recupero domanda Educare Insieme”.

03/02/2021

Si informa che lo scorso 29 gennaio u.s. l'alto numero di contestuali trasmissioni di messaggi ai fini della partecipazione dell'Avviso pubblico "Educare insieme" ha comportato la parziale accettazione, da parte della casella di posta elettronica certificata dedicata educareinsieme@pec.governo.it, di talune istanze.

A tale proposito, si pregano coloro che non siano riusciti a presentare la domanda di partecipazione all'Avviso, di voler inoltrare al medesimo indirizzo PEC educareinsieme@pec.governo.it il messaggio di posta elettronica certificata originariamente inviato, completo di allegati, e di accludere obbligatoriamente, al fine di consentire una opportuna verifica da parte dell'Amministrazione, copia del messaggio ricevuto di mancata accettazione e consegna dell'invio originario.

Si prega, altresì, di voler indicare nell'oggetto del messaggio la dicitura "Recupero domanda Educare Insieme”.

22/01/2021

Atteso che il soggetto proponente (compresi i partner nella forma associata di ATI/ATS) è l’unico esecutore delle attività progettuali, in merito alla compilazione del Format 4 si precisa che:
nel paragrafo 4 per soggetti esecutori si intendono:
• il proponente singolo o il proponente e i componenti dell’ATI/ATS nella forma associata, esecutori delle attività progettuali e gestori di quote di budget;
• eventuali fornitori esterni da coinvolgere per la realizzazione di attività strumentali (ausiliarie all’attività prevalente), come, ad esempio, in caso di ristrutturazione di un locale.
Nel paragrafo 7 per partner si intendono:
• i soggetti che sostengono e accompagnano il progetto ma che non sono esecutori di attività progettuali, né fornitori di servizi strumentali ad esse e che non gestiscono quote di budget. Il proponente insieme a tali soggetti compone la comunità educante.

19/01/2021 Sono disponibili i format 1, 2, 3, e 4 in formato pdf compilabile, utilizzabili (in alternativa a quelli già pubblicati) in particolare da coloro i quali dispongano di applicativi diversi da Microsoft Word.
In riferimento all’art. 12, criterio A.1, dell’Avviso si precisa che i proponenti non sono tenuti alla descrizione sintetica in un quadro logico degli obiettivi generali e specifici, delle attività, dei risultati attesi dell’intervento.

Contenuto dell'avviso pubblico

L'avviso pubblico a sportello “Educare insieme”, di € 10 milioni, finanzia iniziative per il contrasto della povertà educativa, delle disuguaglianze e i divari socio-economici sulle persone di minore età, acuiti dalla pandemia da COVID-19.

L’avviso promuove in particolare la realizzazione di progetti che prevedono azioni sperimentali e innovative, educative e ludiche, per l’empowerment dell’infanzia e dell’adolescenza, in grado di favorire il benessere psico-fisico, l’apprendimento e lo sviluppo dei bambini e degli adolescenti, soprattutto di coloro i quali si trovano in condizione di svantaggio e vulnerabilità.

I progetti, presentati individualmente o in partnership, devono attivare o consolidare la “comunità educante”, prevedendo interventi e azioni, in linea con gli obiettivi della Child Guarantee, nelle seguenti aree tematiche:

  1. Cittadinanza attiva; 
  2. Non-discriminazione;
  3. Dialogo intergenerazionale;
  4. Ambiente e sani stili di vita.

I progetti devono avere come destinatari finali le persone di minore età individuate per fasce di età (0-6 anni; 5-14 anni; 11-17 anni), salvo il caso di interventi finalizzati a favorire azioni specifiche di scambio e di dialogo.

Ciascuna proposta progettuale, della durata esatta di 12 mesi, potrà beneficiare di un finanziamento minimo di € 35 mila e massimo di € 200 mila.

Non sono ammesse al finanziamento proposte progettuali che abbiano usufruito o usufruiscano di altri finanziamenti o benefici economici di qualsiasi tipo di carattere europeo, nazionale, regionale e locale.

A chi è rivolto

Possono presentare proposte progettuali esclusivamente le organizzazioni senza scopo di lucro nella forma di enti del Terzo settore, le imprese sociali, gli enti ecclesiastici e di culto dotati di personalità giuridica e operanti nello specifico settore di riferimento oggetto dell'avviso; le scuole statali, non statali paritarie, non paritarie, di ogni ordine e grado; nonché i servizi educativi per l’infanzia e le scuole dell’infanzia pubblici e privati.

Tali soggetti devono sussistere da almeno 2 anni dalla data di pubblicazione dell’avviso.

Scadenza

La scadenza dei termini di presentazione delle proposte progettuali è fissata al 30 aprile 2021.

Invio domande

Le proposte progettuali potranno essere inoltrate a decorrere dal trentesimo giorno a partire dalla data di pubblicazione dell’avviso, ovvero dal 29 gennaio 2021.

Quesiti e Faq

I soggetti interessati potranno inviare eventuali quesiti - fino al 31 marzo 2021 - esclusivamente per posta elettronica certificata all’indirizzo: educareinsieme@pec.governo.it, indicando nella voce "Oggetto" l’articolo o gli articoli dell’avviso sul quale si intende avere informazioni.

Le risposte a quesiti di interesse generale saranno successivamente pubblicate in questa pagina.

Responsabile unico del procedimento (RUP) dott. Alfredo Ferrante

Torna all'inizio del contenuto