Esplora contenuti correlati

Rapporti con il Consiglio d'Europa

Il Dipartimento cura, per le tematiche di propria competenza, le relazioni con il Consiglio d'Europa: l’organizzazione intergovernativa che promuove la democrazia, i diritti umani e la ricerca di soluzioni alle problematiche sociali in Europa, attraverso l’elaborazione e l’attuazione di convenzioni internazionali e di documenti non vincolanti.

Tra le varie tematiche trattate dal Consiglio, il Dipartimento collabora specificamente a tutte le iniziative relative alla tutela ed alla promozione dei diritti dei minori, con particolare riferimento all'attuazione della Convenzione del Consiglio d’Europa per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l'abuso sessuale (Convenzione di Lanzarote), alla Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul) per ciò che concerne specificamente la tutela ed il sostegno ai minori vittime di violenza assistita ed agli orfani per crimini domestici. Collabora, inoltre, grazie anche al coordinamento con le altre amministrazioni nazionali interessate, all'implementazione della Strategia del Consiglio d'Europa per i diritti dell'infanzia 2016-2021.

Nell'ambito di tali relazioni, il Dipartimento partecipa attivamente alle riunioni dei seguenti Comitati:

  • Comitato direttivo per i diritti del fanciullo (CDENF). Si tratta dell’organismo intergovernativo del Consiglio d’Europa che guida il lavoro del Consiglio nel settore dei diritti dei minori, attraverso attività e strumenti (raccomandazioni, dichiarazioni, linee guida, ecc.) su tale tematica che possano essere presi in considerazione e successivamente adottati dal Comitato dei Ministri. Il CDENF supervisiona inoltre l’attuazione della Strategia del Consiglio d’Europa per i diritti dell’infanzia (2016-2021) ed assicura che i diritti dei minori siano tutelati e considerati nel lavoro di tutti i comitati e gli enti del Consiglio, sostenendo allo stesso tempo gli Stati membri nell'integrazione della prospettiva dell’infanzia in tutte le politiche pertinenti.
  • Comitato degli Stati parte della Convenzione sulla protezione dei minori contro lo sfruttamento e l’abuso sessuale (Comitato di Lanzarote). È l’organismo del Consiglio d’Europa deputato al monitoraggio dell’attuazione della Convenzione di Lanzarote da parte degli Stati parte, che ha anche il compito di promuovere la raccolta, l’analisi e lo scambio di informazioni, esperienze e buone prassi sulla prevenzione e la lotta all'abuso ed allo sfruttamento sessuale dei minori, nonché di organizzare attività di capacity building su specifici aspetti legati all'attuazione della Convenzione.
  • Piattaforma europea sulla coesione sociale (PECS). Si tratta dell’organismo intergovernativo del Consiglio d’Europa che ha lo scopo di sostenere il processo di riforma avviato dal Segretario Generale del Consiglio nel settore della coesione sociale. In particolare, la PECS contribuisce, attraverso la promozione della Carta Sociale Europea, a favorire l’effettivo godimento dei diritti sociali da parte dei cittadini europei, assicura l’integrazione della prospettiva sociale in tutte le attività dei comitati e degli organismi del Consiglio attraverso la condivisione di buone prassi in materia, ed esamina nuovi trend e sfide da affrontare nell'ambito della coesione sociale.
Torna all'inizio del contenuto